twitterFacebookFlickrmyspaceyoutubevimeo

CORCAL

Calicanto ha presentato lo scorso 22 marzo al Centro Culturale San Gaetano di Padova il nuovo concerto "Corcal", che trae ispirazione da una poesia dell'amato Biagio Marin che il gruppo ha musicato.

Con il 2014 Calicanto ritorna ad essere un sestetto, con l'ingresso ufficiale - dopo innumerevoli collaborazioni - di Alessandro Tombesi all'arpa ed alla melodica.

Il gabbiano (corcal, nei dialetti lagunari e istro-dalmati) diventa un simbolo e una metafora per raccontare un nuovo itinerario lungo le direttrici delle fortezze veneziane nel Mediterraneo. Un nuovo viaggio denso di riferimenti artistici e culturali ed un'occasione per dare un vestito nuovo a  brani che hanno fatto la storia di Calicanto e della nuova musica di ispirazione tradizionale dell'area veneta e Nord Adriatica. 

OPD 2014

Si avvicina uno degli eventi musicali più interessanti dell'anno. L'Orchestra Popolare delle Dolomiti sarà in concerto a Castelfranco Veneto (TV), nella splendida cornice del Teatro Accademico, sabato 3 Maggio 2014, alle ore 21.00. Tutti gli amici di questa splendida avventura sono invitati. Per l'occasione l'orchestra presenta alcuni nuovi arrangiamenti di brani tratti dal manoscritto "Ballabili antichi per violino o mandolino".

Nei giorni immediatamente successivi al concerto l'Orchestra sarà impegnata in tre sedute di registrazione, volte alla realizzazione del primo CD di questo speciale ensemble.

E' poi in fase di definizione il tour che porterà l'Orchestra in Francia ad Ottobre. Già confermato il concerto presso il teatro di Bourgoin Jallieu (F) per il giorno 11 ottobre 2014.

Per il 2014 Calicanto riserva una grossa sorpresa ai suoi amici.

E' disponibile da marzo la ristampa di Labirintomare, storico lavoro discografico del gruppo padovano, da lungo tempo non disponibile sul mercato. Labirintomare è il decimo CD nella discografia di Calicanto (uscito a suo tempo in concomitanza con i 20 anni di attività: 1981-2001) ed è dedicato al rapporto secolare tra Venezia, Istria e Dalmazia.

Il lavoro, frutto di vari anni di ricerche, ha visto la collaborazione di molte associazioni, enti, comuni, ambasciate, consolati, attori, poeti e la partecipazione attiva di oltre 25 musicisti dell’area Adriatica e dintorni, che hanno fatto diventare “Labirintomare” una meravigliosa esperienza, un lavoro poetico che parla di mare, barche, nostalgia, paesaggi mozzafiato, lingue e gruppi etnici diversi in armonia ed in contrasto, di sanguinose battaglie e possibili tolleranze.

English